lunedì 24 settembre 2012

Book blogger hunt: Intervista al blog Storie dentro storie

Salve cari lettori e buon inizio settimana!
E' arrivato finalmente il giorno che tutti aspettavate. Oggi inizia l'iniziativa dedicata ai nostri blog e lettori, di cui vi avevo già parlato, ovvero la Book blogger hunt! Infondo al post trovate le regole in caso non ve le ricordiate!

Oggi inizierà la catena di interviste che parte dal mio blog, intervisterò per voi Matteo del blog Storie dentro storie!
Non perdetevi anche l'altra catena che parte dal blog di Juliette, Sweety readers e ricordate si segnarvi i numerini che trovate, che vi serviranno per accedere ai form del giveaway finale!
Se invece volete leggere l'intervista che riguarda me e il mio blog, la trovate su Gocce d'inchiostro!

Ma ora veniamo finalmente all'intervista che ho fatto a Matteo!

D - Benvenuto Matteo, è un piacere intervistarti! Dicci qualcosa di te in modo che i lettori ti conoscano un po' meglio!
M - Oddio, ecco, già mi hai messo in crisi! :D Diciamo che… sono un quasi ventiseienne, ex-aspirante regista, studente in prova, insicuro perso e malinconico cronico. Può bastare?!

D - Ex-aspirante regista? Ci hai incuriosito... dicci di più!
M - (Ahah, ho capito che vuoi proprio mettermi in difficoltà... bene bene, me ne ricorderò! :P)
Un mio sogno nel cassetto, durante gli anni del liceo, era appunto quello di diventare regista. Poi ho semplicemente virato verso qualcosa di un po' meno ambizioso e più realista, più... "coi piedi per terra". Ora studio storia dell'arte.


D - Quali sono i tuoi hobby e passioni all'infuori della lettura?
M - Amo l’arte in ogni sua forma. Quando posso, mi piace andare a vedere le mostre dedicate agli artisti che più mi intrigano, oppure al cinema per un bel film.
E poi vivo un rapporto piuttosto particolare con la musica: ne ho un bisogno praticamente fisiologico, mi serve. Credo sia la passione più emozionante della mia vita. La sera, a letto, faccio fatica a prender sonno se non ho una canzone in testa. E andare ai concerti mi scarica di tutta la tensione accumulata e mi ricarica di adrenalina.
Ah, e poi sono anche un grande appassionato di telefilm! Ne guardo una marea!


D - Di sicuro sei un ragazzo che non si annoia! Quando è nata la tua passione per la lettura?
M - Quando avevo quindici anni. Un pomeriggio ho visto un libro della Yoshimoto sulla scrivania della cameretta di una mia amica. Mi ha incuriosito, mi sono fatto consigliare una sua opera, l’ho letta, ne sono rimasto abbagliato e da lì ho iniziato a comprare tutti i suoi libri. Ora la odio, quasi :D

D - Qual è stato il primo libro che hai letto?
M - “L’amico ritrovato” di Fred Uhlman. Un gioiello.

D - Parliamo un po' del tuo blog! Cosa ti ha spinto ad aprire Storie dentro storie qualche mese fa?
M - La voglia di trasmettere la mia passione per la letteratura, di conoscere gente con cui condividerla e di scoprire e leggere libri e generi nuovi.

D - Sei soddisfatto dei risultati raggiunti fin ora?
M - Assolutamente sì! :)

D - Il nome che hai scelto per il tuo blog è davvero bello, a cosa ti sei ispirato?
M - Volevo un titolo che esprimesse ciò che è per me un libro: una storia fatta di tante storie. Non solo quelle dei personaggi. In ogni libro c’è un pezzetto di chi l’ha scritto, e poi sono sempre alla ricerca di parti di me nelle storie altrui. E l’ho trovato, in una canzone: “Leggere parole” dei Perturbazione (gruppo che adoro). Il testo ad un certo punto dice “non siamo che storie dentro storie, più grandi e più piccole di noi”.

D - E ora parliamo un po' dei gusti letterari! Proprio come la sottoscritta, uno dei tuoi generi preferiti è la distopia, come lo hai scoperto?
M - Pur conoscendo (e avendo avuto in wishlist per anni) i classici “1984” di Orwell e “Fahrenheit 451” di Bradbury, e pur avendo acquistato e letto altri libri (tipo “19Q4” di Murakami), fino a qualche mese fa non sapevo fosse considerato un vero e proprio genere letterario, e soprattutto non era ancora scoccata la scintilla. 13
La mia passione (o forse dovrei dire ossessione) per questo genere è nata lo scorso maggio. È partito tutto da “Hunger Games”. Verso la fine di aprile, in tv passava in continuazione il trailer del film in uscita. Mi sono incuriosito, ho cercato informazioni sul web e ho scoperto la saga letteraria della Collins. Poi, il primo maggio, complice un’offerta speciale sull’e-book del primo libro, il passo verso l’acquisto e la lettura è stato breve. Mi si è aperto un mondo.


D - Cos'è che ti fa apprezzare questo genere così tanto?
M - Innanzitutto mi affascina la fantasia degli autori di libri distopici, che pensano e creano le situazioni più assurde ma neanche poi così tanto: sono in apparenza molto distanti dal nostro ‘mondo’, eppure sembrano anche così maledettamente realistiche. Mi attrae un po’ anche la paura che prima o poi (più poi, in realtà) certe cose (simili) possano accadere davvero. E poi il genere è una continua scoperta che porta a continue e profonde riflessioni.

D - Se dovessi nominare un altro tuo genere preferito, quale sarebbe?
M - Sono ancora in fase di scoperta per quanto riguarda gli altri generi, quindi proprio non saprei dire. Richiedimelo fra un anno! :D

D - Un libro che avresti voluto vivere in prima persona?
M - Questa è difficile. Mmm, forse “Carne e sangue” di Michael Cunningham. Mi piacerebbe far parte della famiglia Stassos.

D - Come mai? Di cosa parla il libro in questione?
M - È una saga familiare, un viaggio lungo cento anni all'interno di questa grande famiglia americana, tra sogni, delusioni, speranze, amori. Una famiglia costellata di personaggi particolari, strambi, interessanti, con i loro difetti e problemi, ma anche con tanta voglia di esserci, l'uno/a per l'altro/a, nonostante tutto. Mi piacerebbe conoscerli, viverli. Essere uno di loro.

D - Quali sono gli scrittori che in assoluto preferisci?
M - Se dovessi stilare una classifica, al primo posto ci sarebbe sicuramente José Saramago. Poi direi Pier Vittorio Tondelli e Dino Buzzati. E anche Murakami Haruki.

D - Preferisci le letture prolisse o quelle più dirette e concise?
M - Quelle più dirette e concise, decisamente!

D - Per te qual è il vero piacere della lettura?
M - Evadere, il potermi rifugiare, e quindi “vivere”, in altri mondi, altre storie, altre vite che non siano la mia, tutto quello scoprire, immaginare, sognare…

D - Spesso in giro ho visto che c'è chi considera strano che un ragazzo sia appassionato alla lettura - personalmente non ho mai capito perché - ti è mai capitato che qualcuno dicesse qualcosa a riguardo nei tuoi confronti?
M - Sul fatto che io sia un ragazzo appassionato alla lettura no. Però spesso mi è capitato di sentire commenti più generali, che considerano strano chi legge tanto o che spende tanti soldi per i libri, indipendentemente dal fatto che sia maschio o femmina. A me, se devo essere sincero, sembra strano che ci sia ancora gente dalla mente così ristretta. C’è chi preferisce spendere valanghe di soldi per la propria collezione di scarpe e c’è chi li spende per leggere. “Il mondo è bello perché è vario.” Mi pare si dica così :)

D - E' stato un piacere intervistarti! Spero che ti sia divertito (:


E beh non potete negare che non sia stata una bella intervista! Spero che vi sia piaciuta e che non vi siate annoiati!

Vi ricordo infine le regole:
- oggi io e Juliette diamo il via ad una catena di interviste tra blogger che partiranno dai nostri blog e creeranno due percorsi differenti
- voi lettori potrete scegliere se seguire il percorso di Juliette o il mio, entrambi porteranno ai mega giveaway, cambieranno solo i blog che ne faranno parte!
- ogni giorno 6 blogger (3 per il percorso di Juliette, 3 per il mio), pubblicheranno delle interviste a un altro blogger, e nasconderanno nel proprio post un numero, il loro numero preferito!
- voi lettori dovrete assolutamente annotare tutti i numeri, e una volta terminata la catena di interviste dovrete sommarli ottenendo cosi il codice necessario per partecipare ai mega giveaway!
- nel form dei due giveaway (che troverete nell'ultimo blog della catena), potrete aumentare le vostre possibilità di vincere ottenendo tantissimi punti extra! Ecco come ottenerli: seguendo questo o/e gli altri blog del percorso via GFC, twitter, facebook o Goodreads (+1 punto); iscrivendoti alla newsletter di questo o/e degli altri blog del percorso (+3 punti); commentando una recensione di questo e/o degli altri blog (+3 per ogni commento); commentando un post di questo e/o degli altri blog (+2 per ogni commento); aggiungendo il banner dell'iniziativa sul vostro blog (+5 punti); condividendo l'iniziativa su facebook o twitter (+2 punti per ogni link). - in ogni blog troverete un'intervista diversa, con divertenti domande e curiosità sui blogger che seguite! Sarà davvero impossibile annoiarsi!
- ricordate di commentare almeno un post per ogni percorso, per confermare l'effettiva partecipazione all'iniziativa!
- per non creare confusione, è stata creata una pagina in cui potete trovare tutti i blog di ogni percorso, quindi una volta terminata la catena di interviste, ricordate di controllare se avete visitato tutti i blog!!

Se avete qualche domanda a riguardo, non esitate a farla!
Buona fortuna... e buona book blogger hunt a tutti!

29 commenti:

  1. Che bella intervista. *-*
    Mi ha fatto davvero piacere conoscere Matteo un pò di più. ♥

    RispondiElimina
  2. Wowwww!!aspirante regista!!molto interessante questa intervista!!!!
    complimenti!!!!

    RispondiElimina
  3. Matteo persona interessante.

    RispondiElimina
  4. Che carina questa iniziativa e questa intervista è stata molto divertente, davvero!

    RispondiElimina
  5. Bellissima intervista e bellissime risposte, complimenti a entrambi! Mi ha lasciata un po' stupita il fatto che Matteo volesse fare il regista, non credo l'avrei mai pensato :D

    RispondiElimina
  6. Un'altra amante del distopico presente :) anche a me la distopia attrae proprio perché sembra così distante e allo stesso tempo così vicina alla realtà del nostro mondo...mi è venuta voglia di leggere Fahrenheit 451 e 19Q4 ;)
    Sono colpita che volesse diventare regista, è un mio sogno nel cassetto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io la amo proprio per lo stesso motivo e avrei risposto proprio come Matteo :D

      Elimina
  7. Non conosco Matteo ma ho apprezzato molto questa intervista, sono d'accordissimo sulla sua risposta in merito all'ultima domanda! Io sono una di quelle persone che spende più soldi in libri e non in vestiti e makeup, cosa che invece fanno le mie amiche! Io amo la lettura e più di una volta per il mio compleanno ho richiesto un libro, l'ultimo che ho chiesto, e che non ho comprato personalmente, è stato "Gli ultimi eroi". il terzo volume delle leggende del mondo emerso di Licia Troisi! XD
    Denise, come promesso.... eccomi qui! Ora voglio sbirciare nel tuo blog ma sono sicura che mi piacerà tantissimo! Ah, dimenticavo, un bel grazie a te e Juliette per aver organizzato questa bellissima iniziativa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per la partecipazione :)
      Mi fa piacere averti qui :D
      Eh beh si anche io ho sempre speso più soldi per i libri che per altro!

      Elimina
  8. Brava, Denise, mettilo in difficoltà! :D
    ..mi pare dia il meglio :) :*

    RispondiElimina
  9. Che bellissima intervista, e che persona interessante Matteo a io lo sapevo gà :D
    Non vedo l'ora tocchi a me *w*

    RispondiElimina
  10. Grazie a tutti, mi fa piacere che l'intervista vi sia piaciuta :)
    E grazie a Denise, per le belle domande, per la disponibilità e per la simpatia! E' stato un piacere!! ^_^

    RispondiElimina
  11. Bell' intervista!!!! Comunque anche io sono daccordo con matteo riguardo all' ultima domanda, e come Anna spendo meno in trucchi, vestiti e il resto che in libri, per cui a dir la verità spendo la maggior prte dei soldi datemi dai miei genitori.Io però ricevo(e voglio ricevere)una marea di libri per il compleanno, natale, S.Lucia (e chi più ne ha più ne metta), mio zio come regalo di solito mi fa una di quelle tessere con i soldi da spendere in libri(questo per evitare di prendermi libri che non mi piacciono o che ho già... questa è una paura che capisce chiunque vuole comprarmi un libro XD)...Ovvio che se poi qualcuno mi regalano un i-pod non mi lamento di certo, l' importante e che ci sia qualcun' altro a potermi regalare un libro.La cosa divertente della situazione è che ogni persona che entra in camera mia dice: quanti libri!!!! Persino le mie amiche lettrici ce l' hanno spoglia rispetto a me! va be' che io in biblioteca non ci vado quasi mai, nè mi faccio imprestare spesso i libri; l' idea di non poter avere nei miei scaffali i libri che mi piacciono e di non poterli sfogliare ogni qual volta che voglio.... No io preferiso di gran lunga comprarli e averli a disposizione ogni volta che voglio per poterli rileggere (anche solo qualche riga) oppure solo per vederli e dire :sono nella mia libreria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ne ho un sacco... ma ahimè sto finendo lo spazio :P

      Elimina
  12. Conosco e adoro il blog di Matteo, quindi leggere la sua intervista qui mi è piaciuto un sacco :D Hai fatto delle belle domande, complimenti :)

    E di nuovo complimenti per questa iniziativa, tu e Juliette state facendo un ottimo lavoro :)

    RispondiElimina
  13. bella intervista, il blog di matteo storie dentro le storie è uno dei miei preferiti anche perchè legge libri di diversi generi. l'amico ritrovato è un libro che ho letto per la scuola ma è uno dei libri del mio cuore, lo rileggo ciclicamente ed alla fine mi fa sempre venire il magone!!!! Condivido con lui il piacere di "evasione" della lettura, dopo una giornata massacrante cosa c'è di meglio se non un viaggio dalla realtà!!!

    RispondiElimina
  14. Diversi autori di cui non avevo mai sentito parlare, preso nota! Questa iniziativa promette bene. :)

    RispondiElimina
  15. ..concordo con matteo quando dice che leggere è "Evadere, il potermi rifugiare, e quindi “vivere”, in altri mondi, altre storie, altre vite che non siano la mia, tutto quello scoprire, immaginare, sognare…" ..bella intervista!

    RispondiElimina
  16. Ciao Denise sono una delle blogger del percorso di Juliette ti scrivo per ringraziarti e già che c'ero mi sono aggiunta ai follower

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te che partecipi :) e grazie del supporto!

      Elimina
  17. Bella intervista! Non conoscevo né il tuo blog né quello di Matteo, farò un giro in entrambi.. ^^
    Anche a me è capitato che trovino strano che io spenda i soldi più in libri che in altro, ormai casa mia ne è invasa, non riesco mai a dire di no ad un libro! XD

    RispondiElimina
  18. credo sia davvero una persona interessante =)

    RispondiElimina
  19. credo sia davvero una persona interessante =)

    RispondiElimina
  20. bellissima intervista!
    i miei amici dicono sempre che sono strana perchè leggo tanto,ma per me è normalissimo e molto importante.
    non ho i videogiochi,ma i libri non mi mancano.

    RispondiElimina
  21. sono perfettamente daccordo io credo che quelli che non leggono si perdono tantissimo e non sanno nulla del mondo =)

    RispondiElimina
  22. che modo delizioso di fare nuove conoscenze!

    RispondiElimina