lunedì 25 febbraio 2013

Recensione "Il bacio della morte" di Marta Palazzesi

Buonasera lettori! Ebbene sapete che il mio rapporto con questo libro è stato non proprio amorevole e quindi l'unica cosa che posso fare è rendervi il mio parere sincero, cercando di essere oggettiva per quanto mi è possibile. Spero di riuscirci! Sto parlando ovviamente dei primi tre capitoli della saga L'accademia dei vampiri mescolati insieme in malo modo del romanzo Il bacio della morte di Marta Palazzesi!



Il bacio della morte
di Marta Palazzesi
Editore: Giunti Y
Prezzo: 12,00 €
Pagine: 384

Trama: Quando hai diciotto anni, vivi nelle remote foreste della Romania e il tuo unico obiettivo è dare la caccia alle spietate creature che popolano il Mondo Sotterraneo, non puoi permetterti distrazioni. E questo Thea lo sa molto bene. Abile mezzo demone dotato del potere dei sogni, è una ragazza ribelle e irriverente. Ma quando riceve il pugnale con cui cacciare gli Azura, è più che determinata a impegnarsi fino in fondo negli allenamenti che la renderanno ufficialmente una Cacciatrice, mettendo da parte tutto il resto. Però non sempre le cose vanno come previsto e Thea si ritrova costretta non solo a combattere contro un nemico infido e crudele, ma anche a resistere al costante impulso di azzuffarsi col padre, dal quale ha ereditato i poteri da Incubo. Ma soprattutto deve cercare di contenere l’attrazione per il nuovo compagno di caccia, un affascinante mezzo Succubo dal passato oscuro. Inaspettate rivelazioni e inquietanti avvenimenti sconvolgeranno pericolosamente la vita di Thea, divisa tra il desiderio di seguire chi ama e compiere il proprio dovere.



Recensione
Piccola premessa: avevo grandissime aspettative per questo libro. La trama prometteva bene, come la copertina, e la Giunti aveva fatto davvero una buona campagna pubblicitaria a riguardo. Aspettavo che il libro mi arrivasse - purtroppo non mi è tutt'oggi arrivato - e nell'attesa sono iniziate a spuntare le recensioni di altri blogger e di altri lettori di anobii e goodreads che avevano concluso il romanzo. Molte erano entusiaste e il mio entusiasmo a sua volta cresceva in modo proporzionale, fino a quando non ho iniziato a leggere pareri di svariate persone che erano indignate per tutte le somiglianze del libro alla saga de L'accademia dei vampiri di Richelle Mead. In particolare la recensione di Isabella del blog From a book lover mette in evidenza la maggior parte delle 'coincidenze' che ho notato anche io durante la lettura. Inutile dire quanto ne sia rimasta amareggiata.
Quando l'ho iniziato avevo in mente di segnarmi passo per passo tutte queste 'coincidenze' in modo da poterle esporre in modo accurato, ma dopo ho deciso che non ne valeva la pena. Avrei perso solo tantissimo tempo e già Isabella ha fatto un ottimo lavoro, quindi mi limiterò a parlare di quelle più importanti ed evidenti. Queste 'coincidenze' sono comunque troppe al punto che, per quanto si possa voler concedere il beneficio del dubbio, penso che siano andate oltre dal poter essere definite semplicemente tali.

Per parlare meglio di queste 'coincidenze' - sul quale mi spiace, ma sarà praticamente basata buona parte della mia recensione - trovate qui sotto due colonne che mettono a confronto le cose in comune tra le due saghe. Dato che comunque nel romanzo sono ripresi vari elementi dai primi tre libri della saga della Mead, ho fatto degli spoiler, per leggerli - e vi consiglio di leggerli solo se avete letto quantomeno il primo romanzo della saga - vi basta evidenziare col mouse le righe che vedete bianche e sottolineate e apparirà il testo. Vi consiglio di leggere i punti in contemporanea.

Il bacio della morte
1. Il libro è ambientato all'interno di una struttura, La casa dei demoni, immersa nelle foreste della Romania. Nel comprensorio della comunità ci sono le scuole elementari e medie, i dormitori, la palestra e la scuola.

2. Nella storia troviamo demoni, mezzi-demoni e demoni cattivi chiamati Azura. I buoni cercando di difendersi dai cattivi - molto più forti e potenti - che vogliono farli fuori addestrando i membri della comunità a diventare cacciatori.


3. Dopo il diploma, ai cacciatori viene assegnato un pugnale speciale per uccidere gli Azura. Il pugnale serve per colpirli su un marchio vicino al cuore.

4. C'è una gerarchia nella razza che favorisce le famiglie reali e a cui a capo regna un sovrano.

5. Thea, la protagonista e voce narrante, è legata in modo particolare alla Principessa Serena. Thea è un personaggio dal carattere forte, duro, incline alla violenza e immaturo e rimane tale durante tutto il corso del romanzo. Serena è calma e posata ed è stressata dal suo ruolo all'interno della comunità. Thea cerca sempre di difendere l'amica in ogni modo e spera un giorno di poter essere sua compagna di caccia.

6. Alex - Alexandre Vasilkov - è il cugino di Serena, si trasferisce da lontano. Nonostante la fama da playboy, si innamora di Thea e cerca in ogni modo di conquistarla. A causa dei suoi poteri che lo stressano si rifugia nell'alcol.


7. Thea ha il potere di entrare nei sogni degli altri e plasmarli a suo piacimento.

8. Alex ha il potere di guarire e di riportare in vita dalla morte (lo scopre per caso a causa di un uccello morto che si trova davanti e inconsapevolmente riporta in vita nei boschi).

9. Thea viene riportata in vita da Alex e viene così baciata dalla morte e scoprirà di riuscire a vedere lo spirito di un defunto che cercherà di avvisarla di un pericolo imminente.

10. Damian ha un 'passato oscuro' che collega i suoi genitori ai malvagi Azura.

11. Alex è innamorato di Thea. Thea si innamora - senza volerlo - di Damian che non fa che respingerla nonostante ne sia attratto.

12. Ania, la cugina di Serena, si rivelerà la cattiva di turno che ha cercato di sfruttarla solo per il bene di suo padre.

13. Il romanzo è intitolato Il bacio della morte.

L'accademia dei vampiri
1. Il libro è ambientato all'interno di una struttura, L'accademia dei vampiri, immersa nelle foreste del Montana. Nel comprensorio della comunità ci sono le scuole elementari e medie, i dormitori, la palestra e la scuola.

2. Nella storia troviamo vampiri, mezzi-vampiri e vampiri cattivi chiamati Strigoi. I buoni cercando di difendersi dai cattivi - molto più forti e potenti - che vogliono farli fuori addestrando i membri della comunità a diventare guardiani.

3. Dopo il diploma, ai guardiani viene assegnato un paletto speciale per uccidere gli Strigoi. Il paletto serve per colpirli al cuore.


4. C'è una gerarchia nella razza che favorisce le famiglie reali e a cui a capo regna un sovrano.

5. Rose, la protagonista e voce narrante, è legata in modo particolare alla Principessa Lissa. Rose è un personaggio dal carattere forte, duro, incline alla violenza e immaturo, nel corso dei romanzi cambia e cresce. Lissa è calma e posata ed è stressata dal suo ruolo all'interno della comunità. Rose cerca sempre di difendere l'amica in ogni modo e spera un giorno di poter essere sua guardiana.

6. Adrian - Adrian Ivashkov - appare nel secondo libro della saga, si trasferisce da lontano. Nonostante la fama da playboy, si innamora di Rose e cerca in ogni modo di conquistarla. A causa dei suoi poteri che lo stressano si rifugia nell'alcol.


7. Adrian ha il potere di entrare nei sogni degli altri e plasmarli a suo piacimento.

8. Lissa ha il potere di guarire e di riportare in vita dalla morte (lo scopre per caso a causa di un uccello morto che si trova davanti e inconsapevolmente riporta in vita nei boschi).

9. Rose viene riportata in vita da Lissa e viene così baciata dalla morte e scoprirà di riuscire a vedere lo spirito di un defunto che cercherà di avvisarla di un pericolo imminente.

10. Christian ha un 'passato oscuro' che collega i suoi genitori ai malvagi Strigoi.

11. Adrian è innamorato di Rose. Rose si innamora - senza volerlo - di Dimitri che non fa che respingerla nonostante ne sia attratto.

12. Natalie, la cugina di Lissa, si rivelerà la cattiva di turno che ha cercato di sfruttarla solo per il bene di suo padre.

13. Il terzo romanzo della saga è intitolato Il bacio dell'ombra.

Adesso, se avete letto tutto questo e avete letto le ulteriori e dettagliate spiegazioni date da Isabella nella recensione che vi ho linkato prima, vi renderete conto anche voi che tutte queste non si possono più chiamare 'coincidenze'. La cosa bella è che queste sono solo alcune, avrei potuto continuare nel dettaglio fino a domani. Intere scene sembrano copiate e incollate. Come avete visto certi poteri e storie che nella saga della Mead appartengono a qualcuno, sono stati assegnati a qualcun'altro. Piccoli dettagli insignificanti sono stati adattati, eccetera.
Per quanto mi riguarda, trovo che Il bacio della morte sia una brutta copia della saga della Mead. Mi dispiace dirlo e avrei davvero preferito, credetemi, trovarmi davanti ad un romanzo diverso, innovativo, bello, ma così non è stato.

Sorvolando per un attimo sulle 'coincidenze' il romanzo mi è sembrato inconsistente e i personaggi caratterizzati male. Questo forse perché la trama di tre libri di quattrocento pagine ciascuno è stata rimescolata e messa insieme in poche pagine? Può darsi. A questo punto io non so cosa pensare e non capisco come sia possibile che nessuno in redazione abbia notato tutte queste analogie morbose con una saga abbastanza conosciuta, ma io sono solo io. Questo è solo il mio modestissimo parere.

Il libro comunque non è scritto male, la lettura è abbastanza scorrevole. Io ci ho messo parecchio a terminarlo perché le 'coincidenze' mi urtavano i nervi. Capisco come possa essere piaciuto a persone che non conoscono la saga della Mead. Secondo me, Marta ha del potenziale e sarebbe capace di regalarci qualcosa di meglio. Non ho niente contro di lei e so che spesso possa capitare di ispirarsi alle storie di qualcun'altro, ma io sono dell'idea che il velo tra ispirazione e copia sia sottilissimo e in questo caso - come penso a questo punto vi sarete accorti anche voi - è stato ampiamente oltrepassato. Non penso sia giusto fare successo grazie alle idee di qualcun'altro e appropriarsene come base per le proprie cose. L'ho sempre pensato e lo penserò sempre. Davanti a tutte queste 'coincidenze' ho tratto le mie conclusioni, ognuno poi è libero di trarre le proprie.

Concludo dicendo che mi dispiace di essermi dilungata parecchio, ma quando ci vuole, ci vuole e in questo caso penso proprio ci volesse.



La casa dei demoni di Marta Palazzesi
  1. Il bacio della morte, 2013
  2. Il sogno dell'incubo, 2013
  3. Inedito

53 commenti:

  1. Deni non ho letto le due colonne perchè non volevo spoilerarmi, però avevo già letto in precedenza la recensione di Isabella e, come sai, sono allibita dalla quantità di somiglianze e evidenti scopiazzature all'interno di questo libro.
    Già un video su YT mi aveva fatto riflettere su questo libro, anche se non parlava della somiglianza con VA, poi ci si è messo anche il 'plagio' se così si può chiamare, e mi ha sconvolta.
    Io non so cosa ci provi la gente a godere di un successo non proprio. Io non so, non sarei pienamente contenta e soddisfatta di me e del mio lavoro se mi pubblicassero un romanzo che non è tutta farina del mio sacco.
    Guarda, mi rimane da dire solo BOH.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che dico anche io! Essendo passata nel mondo della grafica tra forum e livejournal, ho visto quanta gente si spinga oltre all'ispirazione e sia incline a copiare! Continuo però a non capire... che soddisfazione ci sia!
      Comunque le colonne le puoi leggere, gli spoiler veri e propri sono solo quelli coperti ;)

      Elimina
  2. Io non ho ancora concluso L'Accademia dei Vampiri, ma dalle recensioni che ho letto e anche dai confronti aggiunti in quest'ultima (ho saltato gli spoiler, ovviamente! :3) ho notato certe "somiglianze"... è veramente un peccato se, come hai scritto, lo stilo alla fine è scorrevole e l'autrice ha del potenziale.
    -Ale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, alla fine il libro non è scritto male, per carità! Come dicevo - tralasciando le copie - risulta un po' inconsistente e poco caratterizzato, ma penso che la scrittrice potrebbe davvero fare di meglio se volesse! Magari con delle idee che le appartengono davvero e imparando dai suoi errori!

      Elimina
  3. E' una recensione costruttiva molto bella e ben posta, piena di punti su cui riflettere ed affermazioni argomentate. Mi è piaciuta un sacco :D
    Per quanto riguarda il libro.. ora sto leggendo L'accademia dei vampiri, mi sta piacendo ed entusiasmando, e non credo leggerò mai, o almeno per il momento, Il bacio della morte.
    Vorrei poter leggere un romanzo italiano ben scritto ed originale, soprattutto, ma ovviamente il 'già-visto' spopola; è una moda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti, Ronnie! Mi ci metto sempre d'impegno a scrivere questo tipo di recensioni :)

      Comunque concordo! Peccato che qui si passi addirittura oltre il già visto :/

      Sono sicura comunque che esistano un sacco di scrittori italiani con idee meritevoli e ben sviluppate! Infatti oggi ho iniziato un libro di un'autrice italiana di cui ho già letto un romanzo e mi sembra davvero originale! E prossimamente dovrò leggerne un altro che sembra altrettanto innovativo, inviatomi da un'altra scrittrice italiana... speriamo bene, sono davvero fiduciosa :)

      Elimina
    2. Sì i libri italiani che meritano ci sono, ma ormai la cerchia dei dannati con 'poca creatività' è quella più piena e la cosa mi dispiace un sacco.
      Rimango fiduciosa anch'io, con la speranza che alcuni scrittori italiani che meritano riescano ad emergere ancor di più tipo.. Luca Centi, Leonardo Patrignani :)

      Elimina
  4. Aspettavo proprio questa recensione :D
    Che dire, non ho davvero altro da aggiungere su questo libro, se non che io l'ho trovato pure scritto maluccio. Sì, è scorrevole, ma certe scene sono talmente veloci che passano del tutto inosservate.
    Comunque questi personaggi non sono neanche degni di allacciare le scarpe a quelli di VA. Non credo ce ne sia UNO che mi abbia anche solo vagamente interessata o colpita. Li ho trovati tutti estremamente piatti e irritanti -.-

    In ogni caso, io proprio non capisco quelle persone che si ostinano a dire che si tratta di semplici coincidenze o di "ispirazione". Un conto è se si trattasse di piccoli dettagli, ma così è un po' troppo.

    (comunque è bellissima l'idea delle colonne!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Concordo i libri comunque non reggono il confronto minimamente!

      Per quanto riguarda la gente che ha letto entrambe le saghe e nega l'evidenza - perché alla fine di evidenza si tratta - credimi non li capisco assolutamente nemmeno io :/

      Elimina
  5. Sinceramente sono sempre un po' scettica riguardo gli autori italiani, però quest'anno mi sono ripromessa di dare loro una possibilità!! Questo era uno dei libri che avevo intenzione di leggere, ma già dopo la recensione di Isabella avevo cambiato idea!! La tua, ora, non fa che aumentare il mio proposito di tenermene alla larga!! Per carità, forse mi sarebbe anche piaciuto non avendo letto i libri dell'Accademia dei vampiri, però ora che l'ho scoperta preferisco decisamente leggere la saga della Mead!! Anche se Il bacio della morte fosse scritto benissimo e con una perfetta caratterizzazione dei personaggi, mi sembra una gran presa in giro!! Le "coincidenze" sono davvero troppe...e non le ho nemmeno lette tutte per non spoilerarmi la saga!! In ogni caso, complimenti sia per l'analisi dettagliata delle somiglianze tra le due saghe e per il coraggio di arrivare fino alla fine!!xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Non è stato affatto facile finirlo visto il nervoso che mi mettevano le 'coincidenze'! Purtroppo, come ha detto anche Isa, la Palazzesi non compete assolutamente con lo stile accurato, fine e realistico della Mead!

      Anche io comunque mi sono ripromessa di leggere più autori italiani e sono sicura che troverò gente che non mi deluderà :)

      Elimina
  6. Bella recensione tesoro, anche questa volta hai fatto capire che le recensioni possono essere negative (molto negative) senza cadere nelle offese e nel poco rispetto. Bravissima.
    Come sai ho recensito anch'io il libro della Palazzesi, senza aver mai letto VA. Ovviamente non potendo fare paragoni, la mia recensione non è stata così negativa, ma nonostante questo anch'io non ho apprezzato molto il romanzo. Avevo letto la recensione di Isabella, ed ora leggendo anche la tua è così palese la copia che rimango senza parole, davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale! Anche io sono allibita e senza parole...
      Comunque ho visto che non sei stata l'unica che non l'ha apprezzato nonostante non sapesse delle copie... Amen XD

      Elimina
  7. Quanto volevo leggere questa recensione, davvero bellissima Denise*-*
    Io non so più cosa dire su questo romanzo, solo che mi è passata la voglia di leggerlo totalmente. E per le coincidenze io non so... Vorrei davvero una spiegazione, non dico che deve venirmi la Palazzesi sotto casa a dirmi sì ho copiato VA, peró vorrei sapere anche cosa ne pensa lei di tutte queste "coincidenze", e come risponderebbe davanti alla tua lista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei saperlo anche io cosa direbbe! Quando ho letto che ci sarebbe stato un incontro con lei ci ho pensato! Chissà cosa avrebbe da dire a riguardo! Personalmente spero non ci siano incontri in posti che posso facilmente raggiungere, perché sarei capace di andarci e di fargli queste domande.
      Io sono più che altro rimasta anche un po' delusa dalla casa editrice... Possibile che nessuno in redazione non avesse letto VA e notato le 'coincidenze'? Boh :/

      Elimina
  8. non so che dire!! E' vero che leggendo gli YA i punti principali sono sempre gli stessi, la scuola/accademia, migliori amiche "principesse" da proteggere, triangoli amorosi dove uno desidera la protagonista e l'altro la respinge, insomma molti clichè!! bisogna vedere come questi clichè vengono trattati perchè a volte nonostante la mancanza di originalità il libro alla fine può risultare piacevole!!! Dipende anche dal lettore, quello che io amo tu potresti odiarlo!! Credo che come per Touched prima di esprimermi devo leggerlo e poi ci potremmo confrontare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fidati Lara... Qui non si parla più di cliché, ma di cose uguali sparse per tutte il romanzo! Se hai letto le due colonne non ci si limita ai punti che hai nominato... Ci sono cose introdotte dalla Mead che sono molto particolari e che le si ritrova ovunque!
      Comunque come già detto, queste sono solo alcune delle mille cose che coincidano! Se hai letto anche la recensione di Isabella che ha approfondito anche di più, te ne accorgi che non sono più semplici coincidenze...
      Per me si può arrivare a parlare di plagio! Perché qui si va ben oltre l'ispirazione (Touched ad esempio era ispirato e basta) ma questo libro è proprio copiato... e siamo in tanti fan di VA a essercene accorti! Poi questo è solo il mio parere ;)

      Elimina
    2. *coincidono (benedetto telefono)
      Comunque ho anche precisato che c'è chi potrebbe tranquillamente apprezzare il libro se non ha letto VA... Però ho visto che a molti blogger non è piaciuto nonostante non sapessero delle copie...
      Poi va beh i gusti son gusti, ma per avere le idee chiare bisognerebbe aver letto almeno i primi tre libri di VA :)

      Elimina
    3. la lettura di Va la sto portando avanti un libro al mese, a marzo tocca al terzo!! :) così mi dura di più nella speranza che la rizzoli con l'uscita del film si faccia prendere da uno scrupolo di coscienza :)
      Mi fido di quello che dici, ho letto sia la tua che la recensione di Isabella, forse per questo adesso sono ancora più curiosa di leggere il libro per appurare con mano quanto ho letto sul tuo e alti blog perchè i pareri sono veramente più diversi che non si può!!

      Elimina
    4. Ma guarda io all'inizio lo volevo leggere e avevo grandi aspettative, senza immaginare fosse una copia... poi dopo aver letto la recensione di Isa... l'ho iniziato proprio solo per poter a mio volta recensirlo e farlo sapere a tutti! XD

      Elimina
  9. anch'io sono appena al capitolo 12 (ok 13 lo ammetto uno in più--non sgridarmi :P)quindi ho evitato di spoilerarmi il resto...è triste che sia un romanzo fotocopia..al di là delle somiglianze con questa saga-che chi non ha letto magari non nota- si tratta comunque di un libro pieno di clichè. ultimamente ne escono a bizzeffe così:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti concordo con Marco Locatelli riguardo al fatto che ci sono migliaia di libri diversi e originali e le case editrici dovrebbero puntare su quelli e sull'innovazione invece di propinarci sempre le solite cose stereotipate al massimo!

      Elimina
  10. Ma tutto ciò... non ha un nome che inizia con la "p" e finisce con la "o"?

    RispondiElimina
  11. ciao! Come avevo scritto su fb, non ho letto l'accademia dei vampiri e forse per questo ho apprezzato il bacio della morte.
    A questo punto sono contenta di essere "all'oscuro " di tutto, perchè sono sicura avrei fatto un macello.
    Recensione negativa molto educata e costruttiva, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, infatti posso capire che a chi non abbia letto anche L'accademia dei vampiri il libro possa essere piaciuto ;)
      Grazie mille comunque *-*

      Elimina
  12. peccato che un libro gia ampiamente pubblicizzato venga distrutto così in quattro e quattrotto certo per la scrittrice è un vero smacco essere tacciata di copiona senza possibilità di difesa io pensavo di leggerlo ma la fine è identica a quella dell' accademia dei vampiri che a vostro dire deve essere bello oltre misura per essere stato così' ricalcato o si discosta almeno in questo?Ma chi obbliga le lettrici a seguire la mead anziche' la palazzesi per originalità nella trama narrativa?elisabetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sembra che qui nessuno stia obbligando nessuno a fare nulla. Questa è la mia opinione, mi pare di averlo sottolineato mille volte.
      Marta Palazzesi è attivissima in rete (infatti rimuove dagli amici di facebook le persone che fanno recensioni che non diano al suo libro almeno 4 stelline, cosa molto matura) se volesse potrebbe difendersi come vuole, invece per quanto ne so non ha mai fatto dichiarazioni a riguardo.
      Comunque i romanzi della Mead sono usciti anni e anni prima, hanno venduto milioni di copie. Non penso sia giusto copiare le idee degli altri e io non ho "distrutto il libro in quattro e quattrotto" alla leggera. Io non accuso senza che ci siano validi motivi e qui mi pare che ne siano moltissimi! In più, non sono stata l'unica a notare la cosa. Secondo me si tratta di plagio bello e buono e non vuol dire che perchè un libro sia "ampiamente pubblicizzato" debba per forza piacere a tutti o che sia un bel libro. Poi in questo caso che è copiato di sana pianta... mi sembra assurdo e sono allibita per quanto riguarda la casa editrice e l'ho già detto.
      Comunque se hai letto capirai anche che non si tratta di un finale copiato, ma di un libro intero.
      Poi se vuoi leggere il libro, fallo. Ripeto, nessuno obbliga nessuno a fare niente. Se preferisci un libro che è la brutta copia di altri che sono acclamati da critica e fan, ben venga per te.

      Elimina
    2. Umanamente dispiace anche a me, però forse a monte c'è stata anche una campagna pubblicitaria che ha spinto troppo creando aspettative altissime. No?

      Elimina
    3. Ma per carità... anche a me dispiace. L'ho anche detto... avrei preferito davvero di gran lunga trovarmi davanti al romanzo bello, innovativo e originale che la campagna pubblicitaria aveva promesso... e invece mi sono trovata davanti questo.
      Non è che scrivere una recensione come questa mi abbia fatto felice. Mi è dispiaciuto e mi dispiace, però l'evidenza non può essere negata in questo caso e mi sono sentita in dovere di segnalare la cosa :/

      Elimina
    4. No, ma davvero elimina gli amici di Facebook che non si esaltano per il suo libro? XD
      Io avevo notato che prima era molto attiva su Goodreads, poi appena sono spuntate le prime recensioni negative si è tolta dal sito (immagino proprio per evitare di dover rispondere a domande spinose). Penso che se qualcuno avesse la coscienza così pulita come vuol fare apparire non reagirebbe volatilizzandosi :/
      Poi vabbè, anche se mi piacerebbe molto, lei purtroppo non ci deve alcuna spiegazione.

      Elimina
    5. Lo ha fatto con dei blogger che prima l'avevano tra gli amici... poi dopo hanno pubblicato recensioni non entusiaste... e all'improvviso lei li aveva rimossi dagli amici XD quindi a meno che non siano state ... 'coincidenze' ... XD

      Hai ragione purtroppo non ci deve nessuna spiegazione... eppure mi piacerebbe averne... eh ci vuole pazienza!

      Io sono sicura che se mai riuscirò a pubblicare un libro, i pareri negativi saranno ben accetti quanto quelli positivi perché poi sono quelli che aiutano a crescere.

      Elimina
  13. Non so proprio cosa dire, adoro la Mead ma mi viene quasi da ridere. Non riesco neanche a crederci, persino le cose più piccole come l'uccellino morto riportato in vita...non poteva essere almeno un'altro animale??? Fantasia portami via.
    Comunque una splendida recensione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma è proprio quello il bello! C'erano già talmente 'coincidenze' che quando ho letto anche quella... stavo per lanciare il kindle! Se avessi avuto il libro fisico, l'avrei volentieri tirato via!
      Ma no, pure questa cosa uguale, identica, senza possibili repliche come se il resto non parlasse già da sé. Che vergogna!

      Elimina
  14. Non ho letto i due libri, ma capisco come ci si sente a leggere un libro che è un collage di altri (ci sono passata con Eragon). Ad Anonimo/Elisabetta faccio solo notare che in nessuno dei blog dove ho trovato recensioni negative de "Il Bacio della Morte" c'è la moderazione dei commenti: la Palazzesi ha la possibilità di difendersi sia dove viene recensita negativamente che "a casa sua" se ha un blog o simili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti... e poi le recensioni le legge eccome! Quindi se volesse potrebbe rispondere in ogni momento...

      Elimina
  15. Bellissima recensione ;) io l'ho iniziato ieri e sono ancora al primo capitolo, e per adesso, nonostante non abbia ancora notato nessuna somiglianza con VA, non mi sta entusiasmando molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti tra poco inizieranno le 'coincidenze' :P
      Sono curiosa anche di leggere la tua recensione <3

      Elimina
  16. Bellissima recensione complimenti!!
    Ho letto sia Va (diventata una della mie saghe preferite) che Il bacio della morte.
    Il bacio della morte è stato pubblicizzato alla grande, mi aspettavo veramente qualcosa di diverso!
    Quando ho incominciato a leggere il libro, non erano ancora uscite le recensioni negative, quindi avevo letto solo pensieri positivi. Tutte 5 stelline.
    Ho notato fin da subito, la somiglianza con VA, li per li ho detto, boh sarà un caso (già che VA mi è entrato nel sangue, quindi ogni cosa mi faceva pensare a quella saga), ho letto altre due pagine, e la cosa era insopportabile. Mi sono detta cavolo, ma perchè nessuno dice niente?? sono andata a cercare altre recensioni, ed ho scoperto quelle negative, che hanno confermato i miei dubbi!! Dire che sono rimasta delusa, è poco.
    Sembra una presa in giro. Non ho nulla contro Marta, per carità, ho letto alcune sue interviste, è molto simpatica, ma non mi sarei mai aspettata che cancellasse gli amici da FB, dopo guardo su goodreads, non è una bella cosa, perchè cosi sembra che non accetta un parere negativo. Per rispondere all'anonimo anche io ho scritto una recensione su goodreads, e non mi pare che ne io, ne DAYDREAM, e tutte le altre persone che abbiamo scritto una recensione negativa, abbiamo distrutto un libro in quattro e quattrotto. Siamo ancora in un paese democratico, dove possiamo esprimere la propria opinione, perchè devo dire che è un libro bellissimo da meritarsi 5 stelline?? non è vero, e non posso neanche dire che sono solo lievi coincidenze, perchè non è vero, ci sono addirittura frasi scopiazzate. Ognuno è libero di fare ciò che vuole, nessuno con la sua recensione negativa, cerca di non fare leggere quel determinato libro. In questo caso non si tratta di gusti, ma si tratta del fatto che ci sentiamo prese in giro. O almeno io mi sento presa in giro. Non posso comprare un libro, che poi si rivela, la brutta copia di una delle mie saghe preferite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente sono d'accordo e non sai quanto D:
      Purtroppo non possiamo farci nulla se non farci sentire attraverso i nostri piccoli spazi sul web ;)

      Comunque riguardo a Anonimo/Elisabetta non capisco perché sia stata così scontrosa... io una recensione più rispettosa di questa non potevo umanamente scriverla XD e non mi pare di avere offeso/attaccato nessuno o cercato di imporre la mia opinione... boh!

      Elimina
    2. é stata una recensione molto rispettosa!!
      Che poi, se avrebbe usato toni diciamo meno aggressivi, andava più che bene, non abbiamo le stesse opinioni, e come dici tu nessuno impone la propria opinione!!
      è bello confrontare pensieri diversi, con un certo tono!!
      Ci saranno sempre persone cosi!!!un peccato!

      Elimina
  17. Denise, io ti ringrazio molto! non ho letto nè VA nè Il bacio della morte, ma confesso di esser stata molto attratta dal secondo, visto che, tra l'altro, è uscito di recente. Non pensavo di certo che si trattasse della "brutta copia" di un altro libro! ripeto, ti ringrazio, perchè seguire voi blogger mi ha dato la possibilità di conoscere tantissimi libri, ma ciò che apprezzo di più è proprio l'onestà e la sincerità con cui lo fate! vedi, è proprio grazie a recensioni oneste come la tua che una lettrice, in un certo senso, inesperta come me può orientarsi meglio nella scelta di un libro. Non trovo affatto che la tua recensione sia stata poco rispettosa, anzi penso che una scrittrice dovrebbe saper accettare anche le critiche negative. Comunque dopo aver letto la tua recensione sono molto curiosa di leggere VA!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te per aver espresso il tuo entusiasmo e per tutti questi grazie :D
      Fa sempre piacere vedere che il proprio lavoro è apprezzato dagli altri e spero che leggerai VA ;)

      Elimina
  18. Che delusione! Però provero lo stesso a leggerlo

    RispondiElimina
  19. Ouch! Chissà se riuscirò a trovare la forza per leggerlo... :( uff!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va beh dai tu non hai letto VA quindi potresti apprezzarlo LOL

      Elimina
  20. Totally agree con la tua recensione! (le colonne sono anche esteticamente molto belle xD)
    Io sono semplicemente indignata e dispiaciuta. Non ho davvero altro da aggiungere. Amo la saga della Mead e questa sua mediocre imitazione è una mancanza di rispetto sia alla Mead stessa che a noi lettori.

    sono sicura di averti già adocchiato nel circuito di forumfree, ma è ugualmente probabile che io stia impazzendo v.v

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No non stai impazzendo LOL sono sempre io :)

      Comunque io sono rimasta ancora più indignata ora che si sa il titolo del seguito "Caccia di sangue" ... Ricorda qualcosa? Ma no... Coincidenze XD seh!
      Ormai però farei meglio a non stupirmi più di niente :/

      Elimina
    2. Oh mio dioooo!!!Poi mi chiedo perchè Caccia di Sangue??? Sangue, non parliamo di Demoni e mezzi demoni?? forse l'autrice si è dimenticata che ha parlato di Demoni, e non Vampiri.
      Siccome sono stati riassunti i primi 3 libri di Va, in questo secondo (Caccia di Sangue) sarà il riassunto, di Promessa di Sangue, Thea che va a cercare Damian nel "suo mondo", mi ricorda vagamente qualcosa. Sarebbe il colmo se Damian passasse ai nemici. Forse se siamo fortunate lascerà in pace il 5 e il 6 di Va, dato che in italia ANCORA non sono stati pubblicizzati!!!

      Elimina
    3. Nella recensione non ho scritto nulla riguardo al finale per non spoilerare... ma anche tutta la cosa "ohmmioddio Damian sta andando dai cattivi devo andare a salvarlo" è l'ennesima non-coincidenza!
      Beh io non leggerò di sicuro Caccia di sangue XD non ce la potrei fare XD e poi concordo te... cavolo c'entra il titolo?! Boh! Giusto per ... aggiungere una coincidenza all'elenco XD

      Elimina
  21. MA boh!!!
    Sai prima ero decisa a non leggerlo, però ci sto ripensando!!! se dovesse essere una nuova scopiazzatura ( cosa molto probabile, visto il titolo), vorrei denunciare la cosa, e non voglio solo vedere recensioni da 5 stelline. Non mi possono toccare la saga della Mead, e soprattutto infangare i personaggi e la storia cosi!!!
    Vediamo appena esce, cosa succederà!!! :)
    Sicuramente non spendo soldi per il cartaceo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai tutti i torti in effetti :/

      Elimina