martedì 10 ottobre 2017

Recensione "Signore delle ombre" Cassandra Clare

Buongiorno lettori, come state? Io non vedo già l'ora che arrivi fine mese per avere i miei tanto meritati giorni di ferie! Ho deciso di aprire la settimana qui sul blog, con il mio pensiero riguardo a Signore delle ombre di Cassandra Clare, romanzo che come sapete aspettavo tantissimo, ma che, purtroppo, non è stato neanche lontanamente ciò che speravo che fosse. Nella recensione è presente qualche spoiler riguardo al primo romanzo della serie. I pochi spoiler riguardo invece a questo secondo volume, li ho coperti, dunque potete decidere voi se leggerli o meno.



Signore delle ombre
Cassandra Clare
Editore Mondadori ● Pagine 650
Cartonato 19,90 € ● Brossura N/D ● Ebook 9,99 €

Trama: Onore, senso del dovere, rispetto della parola data: questi sono i principi che guidano l'esistenza di ogni Shadowhunter. Oltre alla certezza che non esista un legame più sacro di quello che unisce due parabatai, compagni di battaglia destinati a combattere e a soffrire insieme. Un legame che mai e poi mai - questo dice la Legge - dovrà trasformarsi in amore. Emma Carstairs sa bene che il sentimento che la unisce al suo parabatai, Julian Blackthorn, è proibito e che proprio per questo potrebbe distruggere entrambi. Sa anche che, per non rischiare la loro vita, dovrebbe scappare il più lontano possibile da lui. Ma come può farlo, proprio ora che i Blackthorn sono minacciati da nemici provenienti da ogni dove? L'unica loro speranza sembra racchiusa nel "Volume Nero dei Morti", un libro di incantesimi straordinariamente potente su cui tutti vogliono mettere le mani. Per questo, dopo aver stretto un patto con la Regina Seelie, Emma, la sua migliore amica Cristina, Mark e Julian Blackthorn partono alla ricerca del libro, affrontando mille insidie, imbattendosi in potenti nemici ben consapevoli che nulla è ciò che sembra e nessuna promessa è degna di fiducia. Nel frattempo, a Los Angeles, la tensione crescente tra Shadowhunter e Nascosti ha rafforzato la Coorte, la potente fazione interna al Consiglio strenua sostenitrice della Pace Fredda e disposta a tutto pur di impossessarsi dell'Istituto. Ben presto però un'altra, nuova minaccia si fa avanti, sotto le spoglie del Signore delle Ombre - il Re della Corte Unseelie -, che spedisce i propri guerrieri migliori sulle tracce dei Blackthorn e del libro. Con il pericolo ormai alle porte, Julian concepisce un piano rischioso che prevede la collaborazione con un personaggio imprevedibile. Ma per ottenere la vittoria finale sarà necessario pagare un prezzo che lui ed Emma non possono nemmeno immaginare, e che avrà ripercussioni su tutti coloro e tutto ciò che hanno di più caro al mondo.


Recensione
Dire che aspettavo Signore delle ombre con ansia, è proprio un eufemismo. Non vedevo davvero l'ora che questo romanzo uscisse in Italia e, dal giorno stesso in cui è arrivato nelle nostre librerie, ho mollato tutto e ho approfittato di ogni minuto di tempo libero a mia disposizione per leggere, leggere, leggere. Leggevo persino la mattina, prima di andare a lavoro, mentre facevo colazione in fretta e furia. Eppure questa volta mi è proprio mancato qualcosa. Non che possa dire che in questi anni tutti i libri della Clare mi sono piaciuti incondizionatamente, ma questa volta le aspettative erano davvero alte e sono rimasta proprio a bocca asciutta. Non saprei, forse dopo anni e anni e libri su libri, magari Cassie sta sta iniziando a perdere colpi? Mi piacerebbe sapervi rispondere eppure per adesso non sono ancora in grado di farlo.

Signore delle ombre riprende la storia dei Blackthorn lì dove era stata interrotta con Signora della mezzanotte. Dopo quello che è capitato fra loro in spiaggia, Emma cerca ti tenere Julian lontano da sé con tutte le sue forze, sfruttando un inconsapevole Mark, che a sua volta non può fare a meno di sentirsi sempre più attratto verso Cristina, che però sta di nuovo insieme a Diego che in realtà si copre essere fidanzato con un'altra ragazza ... che al mercato mio padre comprò. (Scusate, non ho saputo resistere!)
Alle vicende dei Blackthorn è finemente intrecciata anche la storia di Kit, il famoso Herondale scomparso, che dopo aver perso il padre, si ritrova catapultato nel mondo degli Shadowhunters, individui che ha sempre disprezzato, e non riesce a fare a meno di sentirsi un pesce fuor d'acqua.
Ad ogni modo, nonostante Emma abbia ucciso Malcom, la situazione è andata ulteriormente a peggiorare e il Conclave decide infatti di inviare una squadra di Centurioni all'istituto per occuparsi di indagare sulla faccenda. E questo non può che voler dire guai.

Al contrario del primo volume della serie, Signore delle ombre si concentra moltissimo su trame e sottotrame, intrighi, complotti, alleanze e tradimenti. In queste seicento pagine succedono veramente moltissime cose, impossibili da riassumere in poche righe. Così tante da farmi arrivare a pensare che la Clare abbia addirittura messo troppa carne al fuoco. Mi chiedo onestamente come diamine farà a gestire tutto in un solo ultimo romanzo e sono quasi certa che di pagine gliene serviranno molte di più.
Comunque, mentre Signora della mezzanotte mi aveva conquistata grazie alla fantastica costruzione dei personaggi e dei rapporti fra loro, che mi avevano emozionata tantissimo, in questo romanzo invece a mancarmi è stata proprio l'emozione.
Togliendo di mezzo il fatto che la Clare, secondo me, ancora una volta, ha utilizzato stratagemmi davvero discutibili soltanto per il suo personale tornaconto (ovvero, per manipolare la storia a suo piacimento, ma senza fatica, in perfetto stile ti piace vincere facile?!) ho trovato davvero tutto molto piatto a livello emozionale. Da Emma e Julian mi aspettavo tantissimo, forse troppo, e invece mi hanno lasciata indifferente, per non dire che a tratti mi hanno persino un po' annoiata. Mark e Cristina non mi avevano detto niente nel primo volume e hanno continuato a non dirmi nulla... la fiera dei cliché. Gli unici personaggi ad essermi piaciuti e a non aver deluso le mie aspettative sono stati Ty e Kit.

Per quanto riguarda la trama in sé e per sé alcuni aspetti li ho apprezzati, altri li ho trovati totalmente privi di senso: ATTENZIONE SPOILER (evidenziare per leggere) ad esempio, Kieran, a cui il famoso Signore delle ombre toglie dei ricordi a caso, giusto per far un piacere ai fan Mark/Kieran; Emma che come una pera cotta casca nel tranello quando vede la fata con le sembianze del padre; Annabelle che uccide Malcom così, perché le aggrada, dopo qualcosa come qualche centinaio di anni che lui aveva passato a capire come riportarla indietro; oppure la questione di far parlare Annabelle davanti al Conclave, sapendo benissimo che gli Shadowhunters invasati l'avrebbero attaccata e fatta andare fuori di testa... ma sì, diamole in mano pure la spada mortale! Lasciamo perdere poi il gran parlare che si era fatto, anche all'incontro a Firenze, del capitolo cattivo, in cui sarebbe successo qualcosa che avrebbe spezzato il cuore a tutti. La morte di un personaggio era stata annunciata ed è effettivamente avvenuta. Peccato che, forse perché Cassie sapeva che fine avrebbe fatto, questo personaggio è stato presente alla stregua di una semplice comparsa e dunque quando poi effettivamente è arrivato quel capitolo, di nuovo, emozioni zero. Mi è dispiaciuto più a pensare alle conseguenze che del fatto di per sé. Ancora una volta Cassie è stata prevedibile e banale secondo me.

Dovendo tirare le somme, posso dire che Signore delle ombre non si è dimostrato un cattivo libro, l'ho letto volentieri e in pochi giorni considerata la sua mole, eppure ho troppo spesso avuto la sensazione che la Clare abbia voluto strafare e che allo stesso tempo, per altre cose, sia caduta nel banale. Insomma, lo avrete capito, sono molto in conflitto riguardo a tutto quanto. Mi auguro soltanto che Cassie si dimostri abbastanza in gamba da gestire al meglio l'ultimo romanzo della serie. Potrebbe fare un capolavoro, come un altro romanzo senza infamia né lode come questo. Tengo le dita incrociate!



The dark artifices di Cassandra Clare
  1. Signora della mezzanotte, 2016 (Lady of midnight, 2016)
  2. Signore delle ombre, 2017 (Lord of shadows, 2017)
  3. Inedito (The queen of air and darkness, 2018)

4 commenti:

  1. Mi trovi d'accordo su tutto. E quando dici che c'è troppa carne al fuoco, io l'ho trovato un (brutto) escamotage per inserire tutte le storyline che verranno dopo questa serie (la serie su Magnus e Alec - vedi la parte finale di LoS - la serie su K e T - vedi il fantomatico cattivo capitolo che poi sono tre righe no-sense alla fine).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son contenta di non essere l'unica a pensarla così... anzi, mi sa che alla fine siamo davvero in tante :o

      Elimina
  2. Mi trovo d'accordassimo con te, sopratutto sulla (METTO SPOILER ANCHE SE NON PENSO CHE LO SIA PERCHÉ' ERA STATO ANNUNCIATO) morte finale che io ho trovato proprio no-sense messa li per far piangere un po e mettere gettare disperazione nei lettori, pensa te che io non ho mai pianto in sto libro mentre in America la gente si strappava i capelli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrà dire che in America la gente ha qualche problema :D
      Ma anche all'incontro a Firenze si faceva un gran parlare di questa morte... bah :/

      Elimina