venerdì 6 aprile 2018

Reading the movie #45 Ready player one

Reading the movie è una rubrica ideata da me per parlare di due mie grandi passioni che ogni tanto si incrociano: cinema e lettura. Adoro leggere i libri da cui sono tratti i film che mi hanno emozionato e mi piace anche fare il contrario, leggere i libri prima che ne escano le trasposizioni al cinema. Da qui nasce questo spazio in cui poterne parlare insieme a voi.

Buon pomeriggio lettori, come state? Qualche giorno fa vi ho lasciato il mio parere riguardo allo splendido romanzo di Ernest Cline Ready player one, e oggi invece sono qui per dirvi la mia sull'omonimo film, nelle sale adesso, che al contrario del libro, non mi ha soddisfatta granché.

About the book
Titolo: Ready player one
Autore: Ernest Cline
Editore: De Agostini
Pagine: 443
Trama: Nell'anno 2045, la realtà è un brutto posto. Gli unici momenti in cui Wade Watts riesce a sentirsi davvero vivo sono quelli che trascorre connesso a OASIS, il vasto universo virtuale dove gran parte dell'umanità passa le sue giornate. Quando l'eccentrico creatore di OASIS muore, un video diffonde una serie di complicati indovinelli basati sulla sua ossessione per la cultura pop del passato. Chiunque riuscirà a risolverli per primo erediterà la sua immensa fortuna - e il controllo di Oasis. Wade riesce a scovare il primo indizio, e subito si ritrova assediato da rivali pronti a uccidere pur di sottrargli ciò che gli spetta. La gara è cominciata - e vincere è l'unico modo per sopravvivere.


About the movie
Genere: azione, fantascienza, avventura
Regia: Steven Spielberg
Cast: Tye Sheridan (Wide Watts - Parzival), Olivia Cooke (Samantha Cook - Art3emis), Lena Waithe (Helen - Aech), Philip Zhao (Shoto), Win Morisaki (Daito), Mark Rylance (Halliday - Anorak), Simon Pegg (Ogden Morrow), Ben Mendelsohn (Nolan Sorrento)
Sapete che questa rubrica mi piace sempre aprirla con una premessa. Ecco, partiamo dalla premessa che io, leggendo il romanzo, ero felicissima e anche parecchio gasata al pensiero che per una volta, UNA, la cultura nerd anni 80 sarebbe stata sviscerata e rappresentata a dovere senza riferimenti mainstream e senza che ci fossero forzature a seguire le mode; poi però le luci si sono spente, il film è iniziato e mi sono cadute le braccia perché ho capito che mi ero soltanto illusa.
Perché? Perché diciamocelo: questo film è soltanto ispirato e, anche se l'idea alla base è quella del romanzo e ci sono parecchi riferimenti, la trasposizione viaggia innegabilmente su un binario parallelo e differente.
Ebbene sì, la storia ideata da Cline è stata maldestramente strapazzata in modo da rendere il film solo un altro blockbuster, colmo di riferimenti per la massa, di cui tra qualche anno potrebbe tranquillamente non ricordarsi più nessuno, perché non lascia il segno.

Le cose che mi hanno parecchio infastidita sono parecchie, a iniziare dallo spirito della Caccia all'Easter Egg di Halliday, che è stato del tutto travisato. Nel film i protagonisti si aiutano a vicenda e come niente fosse condividono indizi e conoscenza e le prove sembrano buttate lì,
mai niente di davvero impegnativo.
Vi faccio qualche esempio pratico libro/film. Nel film la prima prova consiste in una corsa d'auto/moto (e già qui, ci sarebbe tanto da dire!) a cui possono ovviamente partecipare tutti insieme appassionatamente. Chi ha scoperto della corsa? Non si sa. Ecco, senza fare spoiler per chi non ha letto il libro e intende farlo, nel romanzo Wade l'accesso alla prima prova lo trova da solo, se lo guadagna dopo cinque anni di studio; e, soprattutto, per tutti i "cacciatori" la Caccia è sacra e mai nessuno si sognerebbe di condividere indizi o pareri che si è dovuto guadagnare con tanto impegno con anima viva.
In più, anche la realtà virtuale di OASIS secondo me non è stata resa giustizia. Nel film Wade ha un avatar super personalizzato, ha una Delorean, si muove e va ovunque come se avesse accesso illimitato alle risorse (si vede giusto che raccatta qualche moneta, wow!) mentre nel libro, l'avatar di Wade è davvero una nullità su OASIS (livello 1, aspetto e vestiti base, niente oggetti extra né tantomeno una super auto) proprio perché lui non può permettersi niente e non può praticamente spostarsi dal pianeta su cui studia. Non proprio la stessa cosa, non trovate?
La cosa che però ho proprio odiato nel film è stata la presenza della Ribellione che nel libro proprio non esiste. Tutta OASIS è contro la IOI perché sanno che cosa accadrebbe se prendesse il controllo, fine. Invece no! Nel film hanno ben pensato di inserire l'ennesima ribellione/resistenza organizzata, dato che lo spettatore medio non ne ha mai vista una (no, proprio mai, solo un fantastilione di volte... Katniss, sei il volto della rivoluzione).

Non voglio scendere ulteriormente nei dettagli, perciò vi dirò solo che, nonostante io sia ben consapevole che lo stesso Cline ha partecipato alla stesura dell'adattamento cinematografico, per me resta un grande NO.
Per carità, il film è carino eh, gli attori sono azzeccati e hanno fatto bene il loro lavoro, gli effetti speciali sono da paura e OASIS è fatto bene - e di sicuro chi ha letto il romanzo apprezzerà - ma non è memorabile, non è unico, non è bello come avrebbe potuto essere. Non è un peccato? A me si è proprio spezzato il cuore e mi auguro caldamente che presto o tardi decidano invece di fare una bella serie TV ispirata, in modo da dare a tutto il mondo di Cline il giusto peso e spazio.

Lo so che la mia opinione a qualcuno sembrerà polemica gratuita e non necessaria, io invece mi auguro caldamente di essere riuscita a spingere chi ha letto queste poche righe, verso la lettura del romanzo, che secondo me merita davvero un sacco.
Voi ad ogni modo cosa ne pensate? Avete letto il libro? Avete visto il film o andrete a vederlo? Se avete letto il libro e visto il film, cosa ve ne è sembrato? La pensate come me oppure no? Vi lascio al trailer e aspetto con ansia i vostri commenti. Alla prossima!

9 commenti:

  1. per me non sei stata polemica ma precisa. Almeno so cosa aspettarmi quando lo vedrò. Ma a questo punto prima voglio leggere il romanzo! per me è un grazie, più recensioni così aiuterebbero molti a evitare o a sapere cosa aspettarsi sia in senso positivo che in negativo!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieee a te, carissima! Assolutamente ti consiglio di leggere prima il romanzo :D

      Elimina
  2. E questo è esattamente il motivo per cui guardo i film prima di leggere i libri. Per evitare a me stessa questo tipo di delusione e conseguente demolizione. Mi godo il film per quello che è e poi con il libro vado a riempire buchi usando le immagini del film per colmare le mancanze della mia immaginazione.
    Il film a me è piaciuto molto e rientra sicuramente in quella categoria di film che riguardo cento volte volentieri solo per il fatto che visivamente mi piace e non è impegnativo.
    Il libro è in TBR, vedremo quando arriverà il suo turno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il tuo ragionamento non è errato >.<
      Io quando mi è possibile invece, cerco di fare il contrario... leggo prima il libro nella speranza che poi il film possa rivelarsi un'esperienza che mi permetta di riviverlo e di *completarlo*.
      Mi auguro comunque che il romanzo possa piacerti anche più del film in questo caso ;)

      Elimina
  3. Ciao Denise, ho visto il film oggi, mentre il libro l'ho appena cominciato. Il film l'ho trovato carino, ma anche senza essermi ancora addentrata nel libro ho percepito che è stato semplificato parecchio. Inutile dire che continuerò il romanzo con ancora più convinzione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima, Nadia! Vedrai che perle ha in serbo il romanzo ^.^

      Elimina
  4. E'quasi sempre così, se leggi prima il libro e dopo guardi il film omonimo ne rimani delusa. Il viceversa invece è sempre meglio, perchè i libri, a mio parere, hanno sempre qualcosa in più. In questo caso non ho letto ne il libro ne ho visto il film, ma sono curiosa su entrambi. Dopo le tue recensioni ancora di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai tutti i torti... ad esempio sono andata a vedere La torre nera senza aver letto il libro e l'ho apprezzato molto e invece i fan del libro sono rimasti abbastanza delusi...
      L'unico problema è che poi comunque non si ha più quella sensazione di pura scoperta quando si decide di leggere il libro dopo. È difficile scegliere cosa fare insomma >.< io opto sempre per leggere il libro prima quando possibile, ma forse non è sempre la cosa migliore!

      Elimina
  5. Io non avevo intenzione di vederlo, però poi ho avutola fortuna di poter prendere il biglietto a 1,50€..e sinceramente non ho resistito!
    Personalmente mi è piaciuto, forse perché non mi aspettavo niente, anche ci sono degli elementi abbastanza scontati (tipo l'organizzazione che vuole prendere il controllo .-.). Comunque sono felice di sapere che è diversissimo dal libro perché vorrei tanto leggerlo *___*

    RispondiElimina