martedì 2 settembre 2014

From reader to reader #9 Settembre


From reader to reader (da lettore a lettore) è una reading challenge annuale ideata da me che ha lo scopo di far conoscere ai partecipanti nuovi libri da leggere e da amare e di fargli a loro volta condividere i titoli dei libri che hanno particolarmente amato. Per info e iscrizioni, vi rimando al post introduttivo!

Buon pomeriggio lettori. Come state? Qui da me pare che da un giorno all'altro siamo passati dall'estate all'autunno! Beh, a me non dispiace, dunque non mi lamento. Più mesi passano più penso che la FRTR non durerà per sempre e devo dire che un po' mi dispiace, ma ho già in mente qualcosa per l'anno prossimo, quindi don't worry. Ora veniamo a noi!

Come ormai sapete, in questo post potrete comunicare le letture che farete per la challenge durante questo mese (con valutazione da 1 a 5, piccolo parere sul libro letto ed eventuale link alla vostra recensione). Dunque se nel corso del mese leggete un libro tra quelli consigliati, dovete venire a lasciare un commento in questo post e vi rammento che potete consigliare un solo libro al mese a testa e ovviamente potrete farlo solo se leggerete almeno un libro nel corso del mese.

I libri più letti & Statistiche
In agosto per la challenge sono state effettuate un totale di 24 letture dai partecipanti. Il ritmo si è di nuovo abbassato un po', ma penso sia normale viste le ferie eccetera.
I libri più letti son stati Hunted di Angela C. Ryan, Il labirinto di James Dashner e Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas. La lettrice che ha letto di più è stata Valy P. con un totale di cinque libri letti. Bravissima Vale!

Libri Consigliati
Di seguito trovate le copertine di tutti i libri che sono stati consigliati dai partecipanti nel mese passato! I libri che consiglierete in settembre, verranno messi nel post di ottobre e così via. Trovate comunque la lista A-Z sempre aggiornata nella pagina apposita. Se volete saperne di più su un determinato libro, cliccate sulla copertina e sarete rimandati alla pagina Amazon relativa.

sabato 30 agosto 2014

Recensione "Shadowhunters - Città delle anime perdute" di Cassandra Clare

Buonasera lettori. Come state? Io in questi giorni sono un pochino stressata, ma va beh, capitano questi periodi un po' così. Oggi volevo parlarvi del mio pensiero riguardo a Shadowhunters - Città delle anime perdute di Cassandra Clare, il penultimo della serie The mortal instruments. So che probabilmente molti di voi sono già avanti con la serie, ma io ho aspettato fino adesso per leggere questo quinto libro perché il quarto non mi era piaciuto come i primi tre, ma alla fine non l'ho trovato affatto male e sono pronta per il gran finale!



Shadowhunters - Città delle anime perdute
di Cassandra Clare

Editore: Mondadori Chrysalide
Prezzo: 17,00 €
Pagine: 549

Trama: Lilith, madre di tutti i demoni, è stata distrutta. Ma quando gli Shadowhunters arrivano a liberare Jace, che lei teneva prigioniero, trovano soltanto sangue e vetri fracassati. E non è scomparso solo il ragazzo che Clary ama, ma anche quello che odia, suo fratello Sebastian, il figlio di Valentine. Un figlio determinato a riuscire dove il padre ha fallito e pronto a tutto per annientare gli Shadowhunters. La potente magia del Conclave non riesce a localizzare né l'uno né l'altro, ma Jace non può stare lontano da Clary. Quando si ritrovano, però, Clary scopre che il ragazzo non è più la persona di cui si era innamorata: in punto di morte Lilith lo ha legato per sempre a Sebastian, rendendolo un fedele servitore del male. Purtroppo non è possibile uccidere uno senza distruggere anche l'altro. A chi spetterà il compito di preservare il futuro degli Shadowhunters, mentre Clary sprofonda in un'oscura furia che mira a scongiurare a ogni costo la morte di Jace? Amore. Peccato. Salvezza. Morte. Quale prezzo è troppo alto per l'amore? Di chi ci si può fidare, quando peccato e salvezza coincidono? Ma soprattutto: si possono reclamare le anime perdute?


Recensione
Dopo la distruzione di Lilith e la scomparsa di Jace, il Conclave è allerta più che mai. Clary non fa che sentirsi in colpa per averlo lasciato da solo quella notte e non riesce a darsi pace. Vorrebbe cercarlo, ma ai piani alti glielo impediscono finché una sera, Jace non appare proprio in camera sua. Sembra il solito Jace, eppure Clary capisce subito c'è qualcosa che non va. Sebastian è con lui e sembrano andare d'amore d'accordo. Jace le chiede di unirsi alla loro "causa" e di seguirli.

Intanto Simon cerca di sistemare le cose con sua sorella, Alec si lascia tentare da un essere poco degno di fiducia e Isabelle non riesce a tenere a freno i suoi sentimenti.

giovedì 28 agosto 2014

Talking about #15 TAG « Confessioni di una book blogger »





Talking about (parlando di) è una rubrica ideata da me. Ad ogni appuntamento tratterò di un argomento diverso. A volte vi proporrò delle top ten, a volte dei meme, a volte semplicemente vi parlerò di ciò che mi passa per la testa riguardo questa o quell'altra cosa, ovviamente e rigorosamente sempre a tema libresco.

Buongiorno lettori! Oggi avevo voglia di qualcosa di diverso e allora ho deciso di fare questo tag che trovo carinissimo, ideato dalla mia cara Leda del blog Dreaming fantasy. In cosa consiste? Nel confessare dieci stranezze/manie/segreti. Pronti?

#1 Soffro di vere e proprie manie di perfezione
Chi di voi mi conosce almeno un pochino di sicuro questo lo sa. Purtroppo, per certi aspetti, soffro di vere e proprie manie di perfezione, ma proprio a livelli assurdi! Ad esempio, quando realizzo una nuova grafica, tutto deve essere esattamente come dico io, sennò ci perdo la testa anche ore e ore finché non ottengo quello che voglio. Idem quando devo fare l'impaginazione per una nuova rubrica o un tipo di post particolare. Oppure quando apparecchio la tavola, metto ogni cosa esattamente al suo posto e mi urta tantissimo quando, ancora prima di mangiare, arriva il mio ragazzo e si diverte a spostare tutto per farmi dispetto.

#2 Quando mi arriva un libro un po' vissuto, gli faccio un trattamento di bellezza
Ormai scambio libri da più di un anno e mezzo e di tanto in tanto compro anche qualche libro usato. Anche se adesso ho preso l'abitudine di chiedere sempre le fotografie dei libri, mi è capitato che me ne arrivasse qualcuno un po' vissuto. Quando succede me ne prendo cura per benino. Se la copertina è sporca, la ripulisco con dell'alcol, se invece c'è qualche brutto adesivo, lo rimuovo e tolgo anche i segni che lascia.
Mi è capitato anche di trovare il dorso rovinato, con il bianco della carta in evidenza e in quei casi ho cercato di rimediare coprendolo con delle matite colorate.

#3 Non riesco a leggere le recensioni troppo lunghe
Per quanto sia ben intenzionata, ogni tanto mi capita di aprire qualche blog e di trovarmi davanti recensioni davvero davvero lunghissime e in quei casi è più forte di me, chiudo la pagina senza leggere una parola. Ovviamente ci sono eccezioni particolari, ma me ne vengono in mente solo due o tre.

#4 Scrivo le recensioni dei libri che leggo solo prima di pubblicarle sul blog
Di solito sono sempre in pari con le recensioni da pubblicare qui sul blog, giusto in questo periodo ne ho un paio in arretrato da recuperare. Comunque, di solito, scrivo le recensioni proprio prima di pubblicare e non ci perdo molto tempo - giusto una mezz'oretta - salvo rare eccezioni.

martedì 26 agosto 2014

Recensione "L'amore bugiardo" di Gillian Flynn

Buonasera lettori! Scusate l'assenza dei giorni passati, ma purtroppo ho avuto problemi con la linea internet e soltanto oggi finalmente mi è stata ripristinata la connessione. Gira e rigira tra una cosa e l'altra mi ritrovo sempre con delle recensioni in arretrato. Ce la posso fare a mettermi in pari, che dite? Oggi vi parlo di un libro a cui mi sono avvicinata per via dell'imminente trasposizione cinematografica L'amore bugiardo di Gillian Flynn.



L'amore bugiardo
di Gillian Flynn
Editore: Rizzoli Vintage
Prezzo: 13,00 €
Pagine: 462

Trama: Amy e Nick si incontrano a una festa in una gelida sera di gennaio. Uno scambio di sguardi ed è subito amore. Lui la conquista con il sorriso sornione, l'accento ondulato del Missouri, il fisico statuario. Lei è la ragazza perfetta, bella, spigliata, battuta pronta, il tipo che non si preoccupa se bevi una birra di troppo con gli amici. Sono felici, innamorati, pieni di futuro. Qualche anno dopo però tutto è cambiato. Da Brooklyn a North Carthage, Missouri. Da giovani professionisti in carriera a coppia alla deriva. Amy e Nick hanno perso il lavoro e sono stati costretti a reinventarsi: lui proprietario del bar di quartiere accanto alla sorella Margo, lei casalinga in una città di provincia anonima e sperduta. Fino a che, la mattina del loro quinto anniversario, Amy scompare. È in quel momento, con le tracce di sangue e i segni di colluttazione a sfregiare la simmetria del salotto, che la vera storia del matrimonio di Amy e Nick ha inizio. Che fine ha fatto Amy? Quale segreto nasconde il diario che teneva con tanta cura? Chi è davvero Nick Dunne? Un marito devoto schiacciato dall'angoscia, o un cinico mentitore e violento, forse addirittura un assassino? Raccontato dalle voci alternate di Nick e Amy, "L'amore bugiardo" è una incursione nel lato oscuro del matrimonio. Un thriller costruito su una serie di rovesciamenti e colpi di scena che costringerà il lettore a chiedersi se davvero sia possibile conoscere la persona che gli dorme accanto.

Recensione
Amy e Nick sono sposati ormai da diversi anni quando una mattina, durante un giorno che sembra uguale a tutti gli altri, Amy scompare. Nick viene avvisato da un vicino e si precipita subito a casa dove trova la porta spalancata e segni di aggressione. Di Amy non c'è nessuna traccia.

Nick chiama subito la polizia eppure, stranamente, sembra fare piuttosto fatica a comportarsi come dovrebbe un buon marito preoccupato. Infatti, nonostante Nick non voglia confessarlo alla polizia per paura di apparire sospetto, è da parecchio che le cose tra lui e Amy non vanno molto bene. Litigano, non vanno d'accordo, sembrano non volere più le stesse cose.